info@metodoolisticopotenziativo.com

Menù

Il blog potenziativo

Menopausa e stitichezza: cause e rimedi

Menopausa e stitichezza vanno spesso e volentieri di pari passo. La stitichezza è un sintomo comune durante questa fase della vita.

Questa condizione può influire significativamente sulla qualità della vita di una donna, provocando vari disagi e problemi di salute se non viene gestita correttamente. Se vuoi saperne di più sulle cause della stitichezza e quali possono essere dei rimedi naturali, continua a leggere questo articolo informativo.

L’importanza di riconoscere e gestire i sintomi

Prima di andare avanti, vediamo quali sono i sintomi che si possono verificare frequentemente per le donne over 45 in menopausa che soffrono di stitichezza:

Menopausa e stitichezza – Le cause

Vediamo adesso quali sono le cause che provocano la stitichezza. Devi sapere, infatti, che questo non è un problema che riguarda solo te, ma tantissime donne durante il periodo della pre e menopausa e so bene quanto possa creare disagi.

Fluttuazioni ormonali

La diminuzione degli estrogeni e del progesterone durante la menopausa può rallentare l’apparato digerente, portando alla stitichezza.

È noto che gli estrogeni aiutano a mantenere i livelli di fluidi nel colon, favorendo movimenti intestinali regolari.

Dieta squilibrata

Una dieta povera di fibre e ricca di alimenti elaborati può contribuire alla stitichezza.

Le fibre contribuiscono ad aumentare la massa delle feci, rendendole più facili da espellere.

Ridotta attività fisica

Uno stile di vita poco attivo può influire negativamente sulla regolarità intestinale. L’esercizio fisico regolare aiuta a stimolare la funzione intestinale e può alleviare la stitichezza.

Stress e ansia

L’intestino è spesso definito il nostro secondo cervello grazie all’asse intestino-cervello, che collega il sistema nervoso centrale e il sistema nervoso enterico.

Lo stress e l’ansia possono alterare questo equilibrio, influenzando la digestione e il transito intestinale.

Altri fattori

Strategie per gestire la stitichezza in menopausa

Adesso non ci resta che vedere quali sono le strategie per gestire al meglio menopausa e stitichezza.

Dieta ricca di fibre

Una dieta ricca di fibre alimentari può migliorare la motilità intestinale.

Alimenti come frutta (mele, pere, bacche), verdura (broccoli, carote), cereali integrali (riso, avena, quinoa, pane integrale) e legumi (fagioli, lenticchie, ceci) possono favorire movimenti intestinali regolari.

Quindi, molto spesso le donne che assumono questi alimenti trovano diversi benefici nel loro organismo.

E’ importante però introdurre le fibre gradualmente nella dieta se non se ne stanno mangiando abbastanza.

Un aumento repentino dell’assunzione di fibre può causare infatti disturbi come gonfiore, crampi e gas perché il sistema digestivo potrebbe non essere abituato a gestire un elevato volume di fibre.

Idratazione adeguata

Bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno per mantenere un’adeguata idratazione potrebbe essere una scelta sana per diminuire la sensazione di stitichezza.

Un’adeguata assunzione di liquidi è fondamentale per ammorbidire le feci e facilitare il passaggio attraverso l’intestino, contribuendo così a prevenire la stitichezza.

Attività fisica regolare

Fare regolare attività fisica può stimolare l’attività intestinale e migliorare la digestione. Attività come camminare per almeno 30 minuti al giorno ed eseguire esercizi di rafforzamento del pavimento pelvico possono contribuire in modo significativo a promuovere una sana funzione intestinale.

Tecniche di rilassamento

L’utilizzo di metodi per gestire lo stress e favorire il rilassamento può avere un impatto positivo sulla salute dell’apparato digerente. Pratiche come la meditazione e gli esercizi di respirazione profonda possono aiutare a ridurre i livelli di stress, ad alleviare la tensione e a promuovere il benessere generale, alleviando così i sintomi della stitichezza.

Nel Metodo Olistico Potenziativo® da me ideato ti spiego proprio quali esercizi fare per riattivare il tuo metabolismo. Se vuoi ricevere una consulenza gratuita CLICCA QUI.

Rimedi naturali e integratori

Adesso vediamo una serie di rimedi naturali e integratori che potrebbero avere un impatto positivo sulla tua salute.

Psillio

Lo psillio è una fonte di fibra solubile in grado di migliorare la regolarità intestinale e la salute generale dell’apparato digerente.

Agisce aumentando il volume delle feci, contribuendo a migliorare la motilità intestinale e a regolare il transito intestinale. Inoltre, lo psillio favorisce un ambiente intestinale sano e può ridurre i sintomi associati alla sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Malva

La malva contiene mucillagini che aiutano ad ammorbidire le feci e a stimolare la peristalsi, ovvero le contrazioni muscolari ondulatorie che muovono il cibo attraverso il tratto digestivo.

Inoltre, lubrifica il tratto intestinale, lenisce le infiammazioni e idrata l’intestino, proteggendolo da irritazioni e lesioni.

Magnesio

Il magnesio è noto per i suoi benefici sul rilassamento dei muscoli intestinali, che facilita una migliore motilità intestinale.

Aiuta inoltre a bilanciare i livelli di elettroliti, ad alleviare i crampi addominali e a sostenere la sintesi degli enzimi digestivi, tutti fattori che contribuiscono a migliorare la salute dell’apparato digerente.

Inulina

L’inulina è una fibra solubile presente in alimenti come la cicoria, l’agave, i carciofi, gli asparagi, le banane e l’aglio.

A differenza di altre fibre, l’inulina non viene digerita nel tratto digestivo superiore, ma fermenta nel colon. Questo processo di fermentazione stimola la crescita di bifidobatteri e altri batteri benefici, migliorando la salute dell’intestino e promuovendo una regolare motilità intestinale.

Probiotici

I probiotici sono batteri benefici che possono contribuire a migliorare la stitichezza ripristinando l’equilibrio della flora intestinale e riducendo l’infiammazione.

Ceppi specifici come Lactobacillus casei, Bifidobacterium lactis, Lactobacillus acidophilus, Lactobacillus plantarum, Limosilactobacillus reuteri e Lacticaseibacillus rhamnosus sono particolarmente efficaci nel promuovere la salute dell’apparato digerente e la regolarità dei movimenti intestinali.

Conclusione

In questo articolo su Menopausa e stitichezza abbiamo visto come gestire attivamente la stitichezza sia fondamentale per migliorare il benessere generale e alleviare i vari sintomi della menopausa. Incorporando strategie come una dieta ricca di fibre, un’adeguata idratazione, un’attività fisica regolare e l’uso di rimedi naturali e integratori, le donne possono migliorare significativamente la loro salute digestiva e la qualità della vita.

Iscriviti alla mia  newsletter per ricevere ulteriori informazioni e supporto su come gestire efficacemente i sintomi della menopausa. Rimani informata sui consigli, le strategie e i rimedi naturali più recenti per migliorare il tuo benessere in questa importante fase della vita.

Per iscriverti devi compilare il form in fondo alla pagina, CLICCA QUI.

Leggi tutte le precauzioni, i termini e le condizioni generali di utilizzo qui: Termini e condizioni

Torna in alto